L’artista Luca Luciano va lodato non solo per la sua arte ma anche e soprattutto per la ventata di freschezza e novità che il suo stile, del tutto unico e sui generis, ha portato con tanta signorile modestia e pragmatica dinamicità nell’arte contemporanea.
Paradossalmente bisogna abbandonarsi ai sensi ed annullare i razionali schemi prefissati se si vogliono comprendere in profondità queste opere strabilianti, bisogna quindi interiorizzarle attraverso le sensibili percezioni per intuirne l’intrinseca ratio.
L’ artista Luca Luciano si distingue dai suoi pari per l’incantevole connubio di simmetrie ed intensi incontri cromatici che realizzano un perfetto equilibrio di forme che, nella dinamica irregolarità, donano uno schema ad incastro di forti percezioni ed aulici valori. Una turbolenta interiorità che si manifesta con solare ed allusiva sensualità e forse anche con un po’ di malinconia.
Dilemmi umani che prendono forma come nell’opera “il tempo” dove un cavaliere in una futile lotta contro il tempo viene disarcionato, come del resto anche l’uomo non può che uscire vinto in una simile lotta.
I colori e la teatrale sconfitta non fanno altro che accentuare la forte e devastante sensazione“dell’amechania“ umana che lentamente si disperde nei secondi come petali al vento.
Degno di nota poi è sicuramente “Lamento della pace”. Davvero d’effetto sono i colori caldi ed i raggi del sole che, come lacrime accecanti, vorrebbero sciogliere le armi distruttive, frutto della stupidità umana che per mera brama di potere annienta la vita e rende l’uomo schiavo dell’inettitudine e di violento desiderio.
Nell’opera “L’albero“ salta subito all’occhio attento la perfetta e colorata simmetria dell’albero della vita che nella sua dinamicità e suadente nostalgia riesce a donare serenità a chi ha la fortuna di ammirarla. Impossibile non percepire l’allegoria della linfa vitale che scorre gioiosa nei rami colorati circondati dall’allegria bucolica degli uccellini e dal tenebroso buio delle avverse difficoltà.
Nella sublime opera “Media” l’artista, con sensibile occhio critico, guarda la nostra società cannibalizzata dai Mass Media, rappresentando lo spettrale inganno dell’apparenza che pervia la mente umana ormai cieca dinnanzi alla realtà e persa nelle abbaglianti e sinuose forme della frivola quotidianità. “Il Riparatore di sogni “ è l’esaltazione della mente umana che è in grado di vagare per spazi e tempi infiniti, avere grandi ed ammirevoli ambizioni, volare alta verso l’irraggiungibile Libertà e manifestarsi con la nobile arte, pur restando sempre allacciata alla razionale e quotidiana realtà. Quest’opera è la massima esaltazione della duplice natura della mente umana, un vero e proprio manifesto della bellezza e della sublime potenza dell’ingegno artistico umano. Che dire di più! Chapeau ad un artista nato con il leggiadro tocco di pittore e la divina sensibilità di un poeta..

Maria Epifania





www.lucianolucapittore.it - 2018 - tutti i diritti riservati